Passa ai contenuti principali

Recensione Inkling: leggere prima di acquistare

Cari lettori di Tottò by design, è con tanto dispiacere che vi dico che ho dovuto portare indietro la penna Inklink della wacom. Dopo averla comprata con tanto desiderio, si è rivelata davvero una delusione. Ho aperto il blog per far conoscere i miei lavori, per farvi provare cose nuove e  sopratutto per dare consigli e aiutarvi nel mondo creativo.
La prima volta che ho provato la penna inkling, ho disegnato una donna su un foglio A4. L'aspettativa era quella di riportare sul computer un lavoro, non dico perfetto, ma almeno identico a quello disegnato su carta.
Quando arrivò il momento di riportare il lavoro sul computer, invece, ho avuto l'impressione che la donna appena disegnata fosse stata sciolta da un qualche tipo di acido e riportata come uno scarabocchio su photoshop. Capisco che ci sono programmi che fanno miracoli ma quel disegno era  una causa persa.
All'inizio, pensai fosse stato un mio errore, così riprovai con un altro disegno, ma il risultato risultò peggio del primo.
Purtroppo ho dovuto restituire il prodotto come nuovo per non perdere i miei soldi per un qualcosa che non avrei usato.
Il problema di questo strumento viene sopratutto dal sensore, che capta non solo i movimenti della penna sul foglio ma anche quelli del foglio stesso (io mi muovo parecchio quando disegno). Questa sensibilità ai movimenti comporta il mal funzionamento del prodotto.
Con questa recensione vorrei soltanto raccontarvi la mia esperienza con questo prodotto senza però sminuire l'azienda Wacom che per me continua ad essere al primo posto tra le migliori aziende produttrici di tavolette grafiche come la mia che mi regala sempre disegni fantastici (Tavoletta Bamboo).
E voi che mi raccontate? Avete mai avuto un esperienza come la mia o magari con lo stesso prodotto? Scrivetela nei commenti le vostre esperienze!!!


Post popolari in questo blog

12 MODI PER INCARTARE I TUOI REGALI: TUTORIAL

Quest'anno stanca dei soliti pacchi e delle solite forme ho deciso di cercare nuovi modi per impacchettare i miei regali. Pinterest è il mio personale aiutante che mi ha fatto trovare questi bellissimi tutorial. 1. Creare una bustina con la carta regalo non è un operazione velocissima ma il risultato è davvero carino


2Non poteva mancare il tocco di colore. La parte di dietro di una penna o un tappo di bottiglia immerso nell'acrilico e via con il pacco a forma di caramella.



3.Sarebbe carino usare anche la forbice a zig zag oppure creare un taglio a frange e chiudere il tutto come nella foto. 
4. Per piccoli regali come un anello una collana o un accessorio, questo cono è davvero carino e semplice da fare. Magari avrei usato una carta più natalizia ed un nastro. Creatrici di bijoux vi piace l'idea?

5. Un bicchiere di carta e piccoli passi per un semplice pacco.



6. Questo pacco è uno dei miei preferiti!!!
7.  Un regalo per un viaggio? 

8. Incastrando un nastro rosso e uno dorato o ar…

Jeans con gli strappi: NO MORE

Entrare in un negozio e cercare un jeans, dico almeno uno senza uno strappo sulle gambe è davvero difficile! Da trovarci in  un tempo in cui  si andavano a riparare i pantaloni con i buchi, ora quelle voragini sulle gambe sono diventati un  simbolo  di stile.
I fashion designer ormai si differenziano per le larghezze degli strappi che hanno creato sui loro capi.
Io sono una creativa davvero all'antica su questo argomento e così invece di bucare io cerco di riempire quegli spazi vuoti.


Avendo un negozio di Merceria vi dico che la maggior parte dei problemi che mi propongono sono proprio quelli dei jeans con gli strappi. Lo giuro!! Dopo averli comprati anche ad un costo di 300 euro si accorgono sbadatamente che questi buchi (non rifiniti) si vanno ad allargare e allargare e allargare. In poche parole in mano rimane una spoletta di cotone!!

Nel web per la precisione il mio affidatissimo pinterest mi ha mostrato la via per un outfit migliore.
Guardate che belli e creativi !!!!


 Basta …

Fotografare parte 2 :oggetti fai da te di piccole dimensioni

La maggior parte delle creative che mi seguono sono delle bijoux creatrici dipendenti, amano l'hand made e sopratutto un settore specifico, quello dei gioielli.
Per voi care lettrici vi ho riservato un post apposta in cui i protagonisti saranno le creazioni di piccola taglia.
Come fotografarle? Facile penseranno alcuni, sono piccole e quindi facili da fotografare. Non è per niente vero. Per fare belle foto ci vuole anche un bello sfondo su cui basarsi.

Iniziamo dal mio in cui ho usato i gioielli come oggetti di scena (non sono lavori miei) ma che ci faranno partire bene per il primo spunto per le vostre foto.


Riunite dei libri e inseriteci dentro un collier come nell'immagine. Coreografico?

Queste altre immagini le ho trovate curiosando su Pinterest
Semplice ed elegante per un oggetto particolare.


Appena ho visto questa foto mi sono interessata subito e ha attirato la mia intenzione.

Questa è un idea per gli orecchini che possono essere appesi in questo modo  sui dei libri.



In…